Una cattedrale, una trilogia (per ora) conclusa: il ritorno di Ken Follett a Kingsbridge!

La mia passione per i romanzi storici ormai è un dato di fatto, come lo è anche la mia passione per Ken Follett, un vero e proprio punto di riferimento nella scelta di un buon libro da leggere. Non è soltanto un autore da romanzo storico, ma ha collezionato nella sua carriera un numero considerevole di thriller (Una fortuna pericolosa, Il terzo gemello).

Pochi giorni fa, avevo deciso che avrei trascorso del tempo in libreria per scacciare dei pensieri negativi, e questa è un’attività decisamente terapeutica per me. Infatti, sono uscita con il mio splendido sacchetto che conteneva due libri: La colonna di fuoco, di Ken Follett e La felicità del cactus di Sarah Haywood.

Avere finalmente con me il terzo, e forse ultimo episodio, della trilogia di Ken Follett è stato come fare poker, nella mia testa sentivo solo din din din din!

Per chi non conoscesse i libri precedenti, vi riporto un breve estratto.

I pilastri della terra

7145147_1661700.jpg

“Un mystery, una storia d’amore, una grande rievocazione storica: nella sua opera più ambiziosa e acclamata, Ken Follett tocca una dimensione epica, trasportandoci nell’Inghilterra medievale al tempo della costruzione di una cattedrale gotica. Intreccio, azione e passioni si sviluppano così sullo sfondo di un’era ricca di intrighi e cospirazioni, pericoli e minacce, guerre civili, carestie, conflitti religiosi e lotte per la successione al trono. Con la stessa suspense che caratterizza tutti i suoi thriller, Follett ricrea un’epoca scomparsa e affascinante. Foreste, castelli e monasteri sono l’avvolgente paesaggio, mosso dai ritmi della vita quotidiana e dalla pressione di eventi storici e naturali entro il quale per circa quarant’anni si confrontano e si scontrano le segrete aspirazioni e i sentimenti dei protagonisti – monaci, mercanti, artigiani, nobili, fanciulle misteriose -, vittime o pedine di avvenimenti che ne segnano i destini e rimettono continuamente in discussione la costruzione della cattedrale.”

Da questo libro, è stata splendidamente tratta una serie tv che riporta fedelmente gli avvenimenti descritti nel libro: la bravura del regista è stata quella di riuscire a fare soltanto otto episodi a fronte di oltre 800 pagine di libro, senza escludere gli eventi più importanti.

cq5dam.web.738.462.jpeg

Mondo senza fine

7145151_1661747

“È il 1327. Il giorno dopo Halloween quattro bambini si allontanano da casa a Kingsbridge. Il gruppo, composto da un ladruncolo, un bulletto, un piccolo genio e una ragazzina dalle grandi ambizioni, assiste nella foresta all’omicidio di due uomini. Una volta adulti, le vite di questi ragazzi saranno legate tra loro da amore, avidità, ambizione e vendetta. Vivranno momenti di prosperità e carestia, malattia e guerra. Dovranno fronteggiare la più terribile epidemia di tutti i tempi: la peste. Ma su ciascuno di loro resterà l’ombra di quell’inspiegabile omicidio cui avevano assistito in quel fatidico giorno della loro infanzia. Seguito ideale de “I pilastri della terra” Follett ritorna al Medioevo ambientando “Mondo senza fine” due secoli dopo la costruzione della cattedrale gotica di Kingsbridge, sullo sfondo di un lento ma inesorabile mutamento – che rivoluzionerà le arti quanto le scienze in cui ci si lascia alle spalle il buio e si cominciano a intravedere i primi bagliori di una nuova epoca.”

Anche per questo libro, è stata riprodotta una serie tv bellissima, all’altezza della prima: sono sempre otto episodi, e l’intero libro di oltre mille pagine ci sta dentro.

La colonna di fuoco

8777808_3268159

“Gennaio 1558, Kingsbridge. Quando il giovane Ned Willard fa ritorno a casa si rende conto che il suo mondo sta per cambiare radicalmente. Solo la vecchia cattedrale sopravvive immutata, testimone di una città lacerata dal conflitto religioso. Tutti i principi di lealtà, amicizia e amore verranno sovvertiti. Figlio di un ricco mercante protestante, Ned vorrebbe sposare Margery Fitzgerald, figlia del sindaco cattolico della città, ma il loro amore non basta a superare le barriere degli opposti schieramenti religiosi. Costretto a lasciare Kingsbridge, Ned viene ingaggiato da Sir William Cecil, il consigliere di Elisabetta Tudor, futura regina di Inghilterra. Dopo la sua incoronazione, la giovane e determinata Elisabetta I vede tutta l’Europa cattolica rivoltarsi contro di lei, prima tra tutti Maria Stuarda, regina di Scozia. Decide per questo di creare una rete di spionaggio per proteggersi dai numerosi attacchi dei nemici decisi a eliminarla e contrastare i tentativi di ribellione e invasione del suo regno. Il giovane Ned diventa così uno degli uomini chiave del primo servizio segreto britannico della storia. Per quasi mezzo secolo il suo amore per Margery sembra condannato, mentre gli estremisti religiosi seminano violenza ovunque. In gioco, allora come oggi, non sono certo le diverse convinzioni religiose, ma gli interessi dei tiranni che vogliono imporre a qualunque costo il loro potere su tutti coloro che credono invece nella tolleranza e nel compromesso.”

Ancora non ho letto questo libro, mi sto concentrando su Eleanor Oliphant, voi lo avete già letto?

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...