La felicità del cactus, di Sarah Haywood: l’esordio letterario che ha conquistato il Regno Unito.

Spesso la scelta del libro da leggere è influenzata dallo stato d’animo, altre volte dalla copertina, altre dalla notorietà dell’autore, nel mio caso sono i titoli ad impressionarmi. Quando ho deciso di accogliere nella mia libreria La felicità del cactus mi aspettavo un romanzo divertente, spensierato, che trasmettesse felicità così come promessa dal titolo. A malincuore, devo confessare di non aver trovato niente che si avvicini neanche lontanamente alla felicità: la protagonista vive un rapporto conflittuale con tutte le persone che fanno parte della sua vita, non ha amici, l’aridità è la vera protagonista come quella delle sue piantine.

85991074b0103fcd4f93b3d529d53e55

Suzan ha 45 anni, un buon impiego in ufficio, un’indipendenza economica e un appartamento che condivide con le sue piantine. Il rapporto che ha con il fratello e la sua ossessione nel dover creare un contrasto con le sue scelte è il filo conduttore del libro: la narrazione in prima persona, fa sì che la descrizione del fratello non abbia una reale controrisposta, è un monologo contro Edward. Nonostante il lutto iniziale, legato alla perdita prematura della madre, i loro conflitti non si appianano. Andando a casa della madre defunta, scopre che suo fratello ha fatto scrivere un testamento in cui lascia la nuda proprietà della casa a Edward e ritrova una sua vecchia conoscenza, Rob, il suo miglior amico.

Pochi giorni dopo il funerale della sua mamma, scopre di essere rimasta incinta dal suo amante, Richard, con il quale ha condiviso negli ultimi dodici anni ogni mercoledì e giovedì sera tra teatri e camere di albergo. La razionalità di Susan fa allontanare Richard, negandogli la possibilità di farle da compagno, poiché in tutti quegli anni non hanno mai pensato di abbandonare le loro abitudini per intraprendere una vita insieme.

raccolta-divertente-di-vettore-delle-piante-cactus-sveglio-con-le-toppe-o-gli-autoadesivi-felici-del-giardino-dei-fronti-messi-91781139.jpg

Mi voglio fermare qui, non voglio raccontare altro di questo libro, se non che mi ha fatto piangere lacrimoni degni di Alice nel paese delle meraviglie. L’aridità dei sentimenti e delle emozioni di questa ragazza è disarmante, niente la colpisce, niente la sensibilizza, niente la smuove dalla sua posizione. La gravidanza avrà il potere di farle provare emozioni nuove, le farà capire chi vuole accanto a lei, come vorrà trascorrere il resto dei suoi giorni, rimediando a tutte le negazioni che si è autoinflitta in passato.

Per farvi capire che personaggio è, voglio riportarvi alcuni pensieri dal libro:

“Sei sempre così autoritaria?

“Non sono autoritaria, sono efficiente.”

 

“Stare dietro ai vari appuntamenti è un lavoro a tempo pieno e la mia pancia è stata sottoposta a più esami di quelli che ho sostenuto alla facoltà di Legge. E’ come se non fossi più una persona, ma un contenitore ambulante di un altro essere umano.”

 

“Perchè non ho mai voluto dipendere da un’altra persona. Se sei padrona della tua vita, nessuno può deluderti.”

 

“Come posso pensare al futuro, quando sono intrappolata nel passato?”

 

Dietro le spine della sua personalità, si nasconde un’anima fragile, insicura, che cerca di dimostrare al mondo che lei e suo fratello sono uguali. Questo è il pensiero ossessivo di Susan: l’uguaglianza, il senso di giustizia sociale. Ma fino alla fine, si renderà conto che la tutto questo è solo una corsa dietro al nulla, posando momentaneamente la sua corazza.

 

Voi lo avete letto? Fatemi sapere cosa ne pensate!

 

Manu

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...