GialloSvezia: L’uccello del malaugurio, di Camilla Lackberg.

Oggi sono una persona diversa, mi sento euforica per una novità: il mio compagno mi ha regalato il Kindle paperwhite, vedeva che mi affaticavo a leggere su iPad, e dato il tempo che trascorrevo a leggere ha pensato bene di farmi questo regalo. Non capisco come io abbia fatto a vivere senza un ebook reader per tutto questo tempo, finora mi sono sentita dire che leggere su un tablet fosse la stessa cosa… Ora ho capito che chi me lo diceva non ha mai utilizzato un Kindle/kobo.

9788831713559_0_0_525_75.jpg

Il mio martedì si tinge comunque di giallo, continuo a parlavi delle indagini di Erika e Patrick! Siamo già arrivati alla quarta indagine con L’uccello del malaugurio, ecco la trama:

Fjällbacka sta per lasciarsi alle spalle un altro dei suoi lunghi inverni silenziosi, e nella Giunta cittadina c’è chi è ansioso di attirare l’attenzione sul piccolo centro della costa. Quale occasione migliore di un reality show, con telecamere piazzate dovunque a riprendere luoghi e persone che entreranno nelle case di decine di migliaia di telespettatori? La proposta è approvata, i riflettori puntati, ma l’arrivo del cast crea non poco scompiglio, tanto più che il produttore, consapevole che gli scandali aumentano l’audience, si diverte ad alimentare le tensioni tra i concorrenti. Ma il trambusto mediatico rischia di assorbire anche le risorse della polizia, e il vicecommissario Patrik Hedström, già distratto dai preparativi per il suo matrimonio con Erica, è in affanno: le indagini su una donna morta in circostanze sospette vanno a rilento. Cercando faticosamente di mettere insieme i pezzi di un caso dai mille colpi di scena, tra minacce, segreti e sterili menzogne, Patrik trova un diario e vecchi ritagli di giornale che potrebbero contenere indizi preziosi. E anche un collegamento con un caso molto simile avvenuto solo qualche anno prima. Non gli resta che insistere, per arrivare ad aprire una breccia nel muro di silenzio che la piccola comunità di Fjällbacka erge a difesa della propria immagine, che vuole conservare irreprensibile.

Ogni singolo libro è la tessera di un puzzle delle vite di Erika e Patrick, piano piano vi condurrò alla fine (?) delle loro indagini… Nel frattempo io devo trasferire tutti i miei libri sul Kindle, se tutto va bene finirò per il prossimo anno. Al momento sto leggendo un thriller svizzero, un incipit favoloso! Voi, invece, cosa state leggendo?

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...