La leggenda del ragazzo che credeva nel mare, di Salvatore Basile.

“E poi ci stanno persone che vanno via… e persone che si perdono”: da quando ho letto questa frase, è come se sentissi un’eco nelle mie orecchie. Salvatore Basile l’ho conosciuto come scrittore con Lo strano viaggio di un oggetto smarritoma non è soltanto questo, è soprattutto un regista e sceneggiatore televisivo. Il suo primo libro mi ha fatto innamorare, mi ha fatto riscoprire l’importanza della tenerezza ma soprattutto mi ha  donato una pace, durante e dopo la lettura, impagabile.

Vista la premessa, quando ho saputo che sarebbe stato pubblicato il suo secondo romanzo il mio cuoricino è andato in fibrillazione, lo attendevo, ci speravo tanto ed è arrivato…  La leggenda del ragazzo che credeva nel mare è stato fortemente desiderato, se non come il primo romanzo, forse anche di più, perché volevo proprio leggere e immergermi di nuovo in quel clima ovattato in cui mi ero già ritrovata.

9788811603610_0_0_0_75

 

Vi riporto la trama:

 

 

 

Anche questa volta Salvatore Basile ci ha donato un romanzo delicato, tenero, dolce, umano, follemente vero. Se dovessi usare un’immagine per rappresentare il suo secondo lavoro, non esiterei nel chiudere gli occhi e immaginare una piuma che vola sul mare. Questo è La leggenda del ragazzo che credeva nel mare: la freschezza del mare, l’irruenza del cambiamento senza preavviso, la paura dell’imprevisto, ma soprattutto è ritrovare la radice dell’Amore, quello che il tempo non può far dimenticare.

Marco è uno dei protagonisti più veri, sinceri e leali mai rappresentati, così come la genuinità di Lara farà sorridere anche il più scettico dei lettori.

Il perfetto equilibrio costruito tra eventi, protagonisti (pochi ma buoni), luoghi e sentimenti, rende questo romanzo una vera rarità: la sua lettura ha letteralmente allietato le mie giornate, non vedevo l’ora di averlo con me per seguire i passi di Marco, supportare Lara nella sua missione, ma soprattutto aiutare Antonio a ritornare a vivere senza pesi sul cuore.

Ora non mi resta che attendere il suo terzo romanzo, spero passino solo due anni così come è già accaduto tra i primi due, dunque aspetterò…

 

Manu

 

Annunci

Un pensiero riguardo “La leggenda del ragazzo che credeva nel mare, di Salvatore Basile.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...