GialloSvezia: Donne che non perdonano, di Camilla Lackberg.

Anche stamattina ho vissuto la messa in stato d’accusa di mia figlia, che mi guarda con occhi severi mentre la affido alle maestre dell’asilo. Ogni mattina, infatti, subisco il suo rimprovero unito ad un caloroso abbraccio e poi le nostre giornate prendono il volo.

Oggi vi voglio segnalare il nuovo romanzo di Camilla Lackberg, Donne che non perdonano: edito da Einaudi e concentrato in 152 pagine, sembra avere tutte le carte in regola per diventare il nuovo fenomeno editoriale. In tutte le librerie da oggi, sarà possibile ritrovare la signora del Giallo Svedese, nonché la più carismatica scrittrice contemporanea di gialli/thriller scandinavi.

9118083_3513397.jpg

Vi riporto la trama:

Ingrid è un’ex giornalista che ha rinunciato alla carriera per il marito e ora scopre che lui la tradisce. Viktoria è scappata dalla Russia, dove rischiava la vita, ma in Svezia ha trovato l’inferno. Birgitta non va neanche dal medico per non mostrare i lividi che le lascia il marito. Non si conoscono, eppure possono salvarsi a vicenda. L’importante è prendere una decisione: smettere di essere vittime e diventare delle mantidi.

«È vero, stava per uccidere un uomo, ma avrebbe anche liberato una donna. La somma algebrica delle sue azioni sarebbe stata uguale a zero. E poi un’altra persona avrebbe liberato lei».

Questo sarebbe il secondo romanzo dell’autrice che non vede protagonista Erika Falk. Finora io ho letto tutti i suoi libri, fatta eccezione per La strega e Tempesta di neve e profumo di mandorle (una raccolta di racconti brevi).

Anche a voi, quando piace uno scrittore, leggete tutto quello che viene pubblicato? Confesso di avere delle manie al riguardo, colleziono tutti i libri di Camilla Lackberg, Andrea De Carlo, Katherine Pancol, Chiara Gamberale… E’ esagerato parlare di manie o potrebbe essere vista come una forma di collezionismo? Ai posteri l’ardua sentenza…

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...