“Se non sai uscire da un tunnel arredalo.”: Quattro etti d’amore, grazie, di Chiara Gamberale.

Da quando mi sono resa conto che nel mio blog non ho dedicato abbastanza spazio a Lei, alla scrittrice più sensibile e forte che esista, ho deciso di rimediare e ogni tanto propongo un suo libro. Oggi si ritorna a parlare di Chiara Gamberale e di Quattro etti d’amore, grazie!

Ho sempre pensato in cuor mio, che questo libro fosse una naturale continuazione di “Per dieci minuti“, ho sempre avuto questa sensazione per tutta la lettura del libro. Mi sono ritrovata di fronte a uno specchio di nuovo: io che guardo i carrelli degli altri, immagino le loro vite, traggo le mie conclusioni in base anche a come vedo sistemare la spesa. Il libro parla proprio di questo: due donne che si incontrano a fare la spesa e osservano i loro carrelli!

Vi riporto la trama:

Quasi ogni giorno Erica e Tea s’incrociano tra gli scaffali e le casse di un piccolo supermercato. Erica ha 33 anni, un posto in banca, un marito devoto, una madre stralunata, un gruppo di ex compagni di classe su facebook, due figli che crescono. Tea Fidelibus è l’attrice protagonista della serie tv di culto “Testa o cuore”, ha un passato complesso, un padre ingombrante, una carriera lanciatissima, un marito fascinoso e manipolatore. Erica fa la spesa di una madre di famiglia, Tea non va oltre gli yogurt light e il sushi in vaschetta. Erica osserva il carrello di Tea, la star della tv, e sogna la libertà di una ragazza senza figli, la leggerezza di un corpo fantastico, la passione di un grande amore proibito. Certo non immaginerebbe mai di essere un ideale per il suo ideale. E invece per Tea lo è: di Erica non conosce nemmeno il nome, ma fra sé e sé l’ha ribattezzata “la signora Cunningham”. Nelle sue abitudini coglie la promessa di una pace che a lei pare negata ed è convinta sia una donna realizzata. In un gioco di equivoci a tratti disperato a tratti esilarante, Erica e Tea si spiano e si aggrappano a piccoli indizi che per ognuna raccontano la felicità dell’altra ma nello stesso tempo sottolineano il malessere che le fa sentire distanti rispetto alla vita che conducono. L’appello all’esistenza dell’altra diventa così l’occasione per guardare in faccia le proprie scelte e non confonderle con il destino. Che comunque irrompe nelle case di entrambe…

Le vite di Erica e Tea non potrebbero essere più diverse, diametralmente opposte ma si ritrovano a invidiare ognuna la vita dell’altra giudicando soltanto il carrello della spesa: Erica ha un posto fisso in banca, due figli e un marito devoto ma la sua vita le va stretta; Tea è un personaggio del mondo dello spettacolo, soffre la solitudine e vede la pace proprio nella vita famigliare, come quella di Tea.

Questo libro è il più divertente tra quelli scritti da Chiara Gamberale, è intelligente, ironico! La trama è originale, la narrazione a due voci e la lista della spesa che apre ogni capitolo, rappresentano una costante: le due voci sono ben distinte, le due vite vengono raccontate dalle dirette protagoniste come se fossero due linee parallele. Le protagoniste nascondono in quella lista della spesa, quello che realmente vorrebbero nella loro vita ma poterlo avere con la stessa facilità con cui si compra un kilo di patate o un litro di latte.

Vi voglio rivelare anche un’altra curiosità legata a questo libro. Diverso tempo fa Mondadori fece un esperimento, lanciando sul mercato i Flipback, ossia i libri che si leggono con una mano sola. Sono estremamente compatti, si leggono in direzione orizzontale e si possono davvero mettere dappertutto senza avere l’ingombro di un libro stampato in modo classico.

Quattro etti d’amore grazie mi ha messo, come sempre, davanti allo specchio con un riflettore puntato, ma almeno a vedermi così con tutti i miei pregi e difetti sono soltanto io… Io e i carrelli della spesa degli altri, ovviamente!

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...