“Non lasciarti mai accecare dall’amore. E’ la rovina di tutti noi”: La ragazza delle perle, di Lucinda Riley.

Appassionarsi a una saga vuol dire anche fare i conti con una rara forma di testardaggine e curiosità, come quella che ha colpito me. Pochi giorni fa avevo iniziato l’ultimo romanzo di Lucinda Riley ma, chiedo perdono, l’ho lasciato perché per me Lucinda sta alle Sette sorelle: non riesco a leggere altri romanzi senza pensare alle sei ragazze che cercano le loro origini in seguito alla morte del loro padre adottivo. Così ho iniziato la lettura de “La ragazze delle perle”, il quarto capitolo della saga in cui si parla della storia di CeCe, la ragazza che ha sempre voluto fortemente vicino a sé la sorella Star e che ha girato il mondo alla ricerca di ispirazione per la sua arte, ma sopratutto cercava un modo per sentirsi forte e indipendente. In questo libro Lucinda Riley ci porta in Australia, tra amori impossibili e rinunce in nome di ciò viene considerato “giusto”. Dopo La storia di Maia, Ally nella tempesta e La ragazza nell’ombra è la volta di una storia incredibile, indimenticabile e che farebbe sognare un amore così forte a chiunque creda nella potenza dei sentimenti, perché quelli veri ritornano sempre.

Vi riporto la trama:

Traduttore:Leonardo Taiuti

Editore:Giunti Editore

Collana:A

Anno edizione: 2018

In commercio dal: 2 gennaio 2018

Pagine: 672 p., Brossura

Londra. CeCe è a un punto di rottura: dopo la morte del padre ha provato a riversare tutte le sue energie nell’arte, ma si sente più sola che mai. Abbandonata da Star, la sorella preferita che ha ormai trovato la sua vera famiglia e un nuovo amore, e senza ispirazione, decide di fuggire da Londra alla ricerca del suo passato. Gli unici indizi sono una foto in bianco e nero e il nome di una pioniera australiana vissuta un secolo prima. Durante il viaggio per Sydney, CeCe decide di fermarsi nell’unico posto dove si sente davvero se stessa: le meravigliose spiagge di Krabi, in Thailandia. Lì, tra turisti e backpackers, incontra Ace, un giovane singolare e solitario quanto lei, con un segreto da nascondere… Australia, 1906. La giovane Kitty McBride, figlia di un pastore di Edinburgo, arriva in Australia come dama di compagnia della benestante signora McCrombie. Ad Adelaide, il suo destino si intreccia con quello della famiglia Mercer, che possiede un impero nel commercio delle perle. Da una parte Drummond, impetuoso e passionale, e dall’altra suo fratello Andrew, sensibile e gentile, due gocce d’acqua dal carattere opposto che si innamoreranno della stessa donna…

Iniziare a parlarvi di questo libro è complicato, ho ancora a fior di pelle tutte le emozioni che ho provato… Il romanzo si apre con la fuga di CeCe in Thailandia, da cui partirà per raggiungere l’Australia: la sfera armillare ha segnato delle coordinate molto precise per lei, così dovrà recarsi dove non ha mai avuto il coraggio di andare. Il percorso di CeCe è il più tortuoso, il più complesso e anche il più sentimentale perché la vede coinvolta in tante situazioni che la faranno sentire debole e indifesa. Grazie a un ragazzo misterioso, Ace, avrà un rifugio e dei giorni felici prima di raggiungere la sua terra natale e grazie a lui scoprirà la storia di Ketty Mercer, la sua antenata, la donna delle perle.

Come sempre, Lucinda Riley fa vivere al lettore una duplice esperienza e un duplice viaggio nella fantasia: il presente, con tutte le sue sfumature e vicissitudini, e un passato ricco e intenso, in cui trattenere lacrime e sospiri diventa una vera impresa. Questa è la storia di un amore proibito, l’amore di una donna verso il fratello gemello (Drummond) dell’uomo che la chiede in moglie (Andrew). Ketty Mercer farà la scelta più ragionevole ma rinuncerà all’amore, alla passione, alla vita in nome di una stabilità economica, una posizione sociale importante negli anni in cui in Australia essere bianchi o neri faceva la differenza.

Ottima la ricostruzione storica della condizione degli aborigeni, che si trova ad essere il frutto di un lavoro di ricerca condotto sul luogo dall’autrice sia in Thailandia, che in Australia.

Come preannuncia il titolo, in questo romanzo si mette a fuoco la storia di una donna che ha fatto di necessità virtù, imparando a gestire un impero: il mercato delle perle. Andrew insegue la sua ambizione, diventare il più importante commerciante di perle al mondo, trascurando Ketty e lasciandola nella sua bella prigione dorata a pensare come sarebbe stata la sua vita se avesse fatto quello che le aveva chiesto Drummond: non accettare nessuna proposta di matrimonio da parete del fratello fin quando non fosse tornato. Ma l’impulsività ha prevalso, prevale sempre quando si è orgogliosi e si ha poca fiducia. Così Ketty si è autocondannata a un matrimonio infelice…

CeCe scoprirà un passato incredibile legato alla sua famiglia biologica, capirà davvero chi è e saprà accettare il distacco da Star? Lo scoprirete solo leggendo… Io continuo a sognare.

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...