Nelle grida dei tuoi silenzi, di Francesca Contessa.

Tra un libro da finire, un libro da iniziare, oggi vi voglio segnalare un romanzo di un’autrice esordiente: Nelle grida dei tuoi silenzi, di Francesca Contessa.

Attualmente è in corso una campagna di crowfounding, il cui scopo è raggiungere un certo numero di copie in pre-ordine per poter acquistare anche la copia cartacea, oltre a quella digitale che è già disponibile.

https://bookabook.it/libri/nelle-grida-dei-tuoi-silenzi/

Vi riporto la sinossi:

Il coraggio è la qualità di cui Micaela, giovane trentenne, è sempre andata fiera. Fino al momento in cui la sua strada incrocia quella di Davide, un uomo che ha preso tutto di lei, il tempo e la ragione. Intrappolata nella sua zona di comfort, viene travolta da un amore che la trattiene in una trappola emotiva dalla quale non riesce a liberarsi. Diviene così fragile da accettare di avere Davide a pezzi, pensando sia meglio averlo un po’, che non averlo affatto. S’innamora di lui, mentre prova a capire quale sentimento nutre per Alessio, il suo fidanzato. All’interno di questa relazione infedele, Davide e Micaela s’incontrano lì, nei silenzi che fanno troppo male. Nelle grida dei tuoi silenzi racconta di come un amore insano non ti faccia mai sentire abbastanza, attraverso il dolore di Micaela, che ricerca disperata quel coraggio che la guiderà nel faticoso percorso di abbandono della comfort zone, sopraffatta da una graduale mutazione che segnerà per sempre la sua esistenza.

L’autrice di questo promettente romanzo è Francesca Contessa, ecco a voi una piccola biografia:

Sono Francesca Contessa, ho trentuno anni e vivo a Verona. Nata e cresciuta in un paesino in Puglia, ho trascorso quattro anni a Milano, la città che mi ha permesso di conseguire la laurea in Psicologia. Per amore, tre anni fa mi sono trasferita a Verona, dove attualmente lavoro come psicologa. 
Da quando la vita mi ha voluta cittadina del mondo, ho imparato che viaggiare è la cosa che più mi soddisfa, solo se accompagnata dalla scrittura. Scrivo su post it, su quaderni, libri, pagine di word. Scrivo per amore, per dolore, per lasciare un segno. Scrivo per i miei nipotini che vivono molto lontano da me, scrivo per me, attraverso di me. Divoro un libro a settimana e sono consapevole della mia dipendenza: più leggo, più scrivo. 
Perché pubblicare un libro? Perché non conosco un modo migliore per parlare al mondo.

Chi lo ha già letto lo definisce magnetico, attuale, introspettivo. Non resta che leggere “Nelle grida dei tuoi silenzi”, aggiungiamolo alle nostre liste di lettura!

Manu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...