Mef consiglia… Ogni giorno come il primo, di Giorgia Penzo.

OGNI GIORNO COME IL PRIMO
Di Giorgia Penzo
Edizione Nord
Maggio 2018

Sono fermamente convinta che esista un libro per curare qualsiasi stato d’animo. Non importa il come o il quando ma al momento giusto, esso arriverà prontamente per confortare, ispirare e prendersi cura di ogni ognuno di noi.

Sinossi

Petra e Cloe erano diversissime – una ribelle, insicura, chiusa in se stessa; l’altra solare e amata da tutti – eppure unite da un legame profondo e sincero. E, adesso che è rimasta da sola, Petra fa una promessa alla sorella: vivrà anche per lei, s’impegnerà a migliorare e a non buttare più la sua esistenza. Niente più feste sfrenate, niente più alcol, niente più brutti voti a scuola. Ma è tutto così maledettamente difficile, con la famiglia che cade a pezzi e tutto il mondo che le urla in faccia che è colpa sua se Cloe è morta in un incidente d’auto. Ma Petra non si arrende e, spinta da una forza di volontà che non sospettava di avere, affronta un percorso di rinascita, aiutata prima da Lore, una compagna di classe scozzese arrivata in Italia per uno scambio culturale, e poi da Dario, uno studente universitario che le fa ripetizioni di matematica in vista dell’esame di maturità. Dario, un ragazzo enigmatico e affascinante, che la sorprende in ogni occasione e che le apre le porte di un futuro nuovo, radioso. Ma che allo stesso tempo nasconde un passato oscuro che presto tornerà a reclamare il suo prezzo, mettendo in discussione tutto ciò che Petra ha costruito fino a quel momento… I problemi a scuola, il rapporto con i genitori, l’amore, le fughe, i traguardi, le delusioni, il bisogno di trovare il proprio posto nel mondo: per Petra, senza più Cloe ma con Dario al suo fianco, ogni giorno sarà come il primo giorno della sua nuova vita.

Frammenti

“Senza di te è tutto nuovo e un’altra vita.”

“Mai rimandare. Ecco il primo insegnamento.”

“Eri la più forte perché con te avevi sempre un sorriso di scorta nella tasca dei jeans, da usare o prestare a seconda dall’esigenza.”

“Prima o poi arriva il momento in cui, per andare avanti, occorre affrontare quello che si è lasciato alle spalle.”

“Post fata resugo”

“Siamo piccole stelle collassate su noi stesse, in attesa di spegnarci, ogn’una immersa nel proprio universo glaciale.”

“I fiori sull’orlo del precipizio sono sempre i più belli.”

Il legame che unisce due sorelle è unico e indissolubile come quello di Petra e Cloe.
Frequentano lo stesso liceo, Petra è all’ultimo anno mentre Cloe non ci arriverà mai.
Petra veste sempre di nero, ama le feste, l’alcol e la droga. Cloe è solare, bravissima a scuola, fa volontariato in un ospedale pediatrico ed è circondata da tantissime persone che le vogliono bene. Pur essendo la primogenita, Petra vive all’ombra della sorella e con un profondo senso di colpa: perché Cioè è morta per causa sua, durante una stupida lezione di guida, un muro e una cintura non allacciata.
Il romanzo é un diario, scritto da Petra per rendere più sopportabile il dolore.
Petra lo riceve in regalo dalla caposala esattamente il 1 gennaio nel momento in cui il cuore di Cloe cessa di battere.
Una vecchia agenda e l’Ipod della sorella, sono le sue uniche ancore di salvezza.
Finché non arrivano Dario e Lore.
Dario è uno studente universitario che aiuterà Petra con gli esami di Maturità. Regalandole il suo tempo è pretendendone altro in cambio per risistemare un vecchio canile.
Non ci sono dubbi che l’amore curi ogni ferita, ma le bugie possono distruggere in attimo tutto ciò che si è guadagnato con grande fatica.
Lore è scozzese, in visita per uno scambio culturale. Con la sua allegria e la sua positività dara’ a Petra la forza di diventare una persona migliore e di rimettere in sesto la sua vita.
365 giorni da vivere, scanditi dai meravigliosi brani dell’iPod di Cloe.
Affrontando la negazione,
La rabbia, la contrattazione e il perdono.
Come la Fenice tatuata sulla sua spalla, Petra riuscirà a risorgere dalle proprie ceneri e a capire l’importanza dell’amicizia, della famiglia e soprattutto delle seconde possibilità.

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...