Mef consiglia… Coraline, di Neil Gaiman.

CORALINE
Di Neil Gaiman
Edizione Oscar Mondadori
Febbraio 2004

Nel 1987, Nel Gaiman, si trasferì con la sua famiglia a sud dell’Inghilterra. Lì, iniziò  a scrivere la storia di Coraline, per la figlioletta di cinque anni che amava i racconti di paura e di ragazzine coraggiose.
Cominciò a scrivere il libro per Holly e lo portò a termine per Maddy, la sua  secondogenita.
Con la storia di Coraline, Gaiman, voleva insegnare alle figlie che essere coraggiosi non significa affatto non avere paura.



Sinossi

In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi. Ma ce n’è anche un’altra, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Cosa ci sarà oltre quella porta? Un giorno Coraline scopre che al di là della porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c’è una casa identica alla sua, con una donna identica a sua madre. O quasi.

Frammenti

“Le fiabe dicono più che la verità.  E non solo perché raccontano che i draghi non esistono,  ma perché affermano che si possano sconfiggere.”

“Essere coraggiosi significa proprio avere paura, molta paura, una paura da matti, e ciò  nonostante fare la cosa giusta.”

“Contò tutte le cose blu.
Contò le finestre.
Contò le porte.”

“Voi persone avete il nome. E questo perché non sapete chi siete.”

“Per scacciare gli incubi non c’è niente di meglio di una cioccolata calda e un abbraccio.”

“Tu proprio non capisci, vero?
Io non voglio tutto ciò che desidero.
Non lo vuole nessuno.”

“Di solito, la notte prima dell’inizio del trimestre, Coraline era apprensiva e nervosa. Ma, si rese conto, a scuola non c’era più nulla che potesse farle paura.”

La piccola Coraline si è appena trasferita con la sua famiglia,  in una nuova casa. Certo, i suoi nuovi vicini sono molto strani, ma mai quanto la quattordicesima porta in fondo al corridoio, sempre chiusa a chiave e invalicabile per via  di un muro di mattoni.
Coraline, come ogni bambina, desidera tante cose: più affetto dai suoi genitori, più attenzione, un paio di guanti nuovi, un’avventura.
Ma bisogna stare attenti a ciò che si desidera, perché a volte i desideri possono trasformarsi in incubi.
Infatti, al di là della porta di mattoni c’è un’altra casa uguale alla sua e un’altra famiglia molto più premurosa e amorevole della sua.
Coraline, è felice, si sente amata dalla sua strana famiglia con gli occhi a bottoni,
ma capisce che tutto ciò è molto pericoloso e così dovrà scegliere se rimanere o scappare.
Facendo appello a tutto il suo coraggio e alla sua determinazione, aiutata dal suo nuovo amico gatto,  Coraline, affronterà  l’altra madre, libererà le anime imprigionate di tre bambini e riuscirà a salvare i suoi veri genitori.


Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...